Ucciso in Congo il procuratore che indagava sulla morte di Attanasio e Iacovacci

Si chiamava Mwilanya Asani William ed è stato assassinato in un'imboscata: la responsabilità sarebbe dei militari ribelli del 3416esimo reggimento

Attentato in Congo

Attentato in Congo

globalist 5 marzo 2021

I gruppi terroristici stanno mettendo a ferro e fuoco il paese, con attacchi nei villaggi e attacchi ai civili.

Nella Repubblica democratica del Congo (Rdc) è stato infatti ucciso in una imboscata il procuratore che indagava sulla morte del nostro ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere di scorta Vittorio Iacovacci e del loro autista nel nord Kivu.

Lo ha reso noto su Twitter GeopoliticalCenter, un gruppo di analisi strategica, militare, politica ed economica indipendente basato in Italia.

Il procuratore, riportano i media congolesi, si chiamava Mwilanya Asani William ed è stato assassinato in un'imboscata nel territorio di Rutshuru, nel Nord Kivu.

La notizia è stata confermata in una nota delle forze armate, nella quale si attribuisce la responsabilità a militari ribelli del 3416esimo reggimento.