Renzi attacca ancora il Reddito di cittadinanza: "Misura diseducativa"

Il leader di Italia Viva: "I soldi del reddito di cittadinanza allora dalli a chi cerca un lavoro, dalli a loro come incentivo"

Matteo Renzi

Matteo Renzi

globalist 12 luglio 2021
Renzi continua ad attaccare la misura bandiera dei 5 Stelle, il Reddito di cittadinanza, e come un mantra ripete la sua inadeguatezza nel combattere la piaga della disoccupazione.
"Il reddito di cittadinanza così com'è non funziona, non soltanto è diseducativo, ma è un sistema pensato dallo scienziato Mimmo Parisi, preso dal Mississippi e rimandato in Mississippi. Questo Parisi ha fatto dell'Anpal un deserto. Poi hanno inventato che sono stati un esborso di soldi pazzesco". Lo ha detto a Napoli Matteo Renzi, leader di Italia Viva, durante la presentazione del libro "Controcorrente".
"I soldi del reddito di cittadinanza - ha chiesto - allora dalli a chi cerca un lavoro, dalli a loro come incentivo. Ma quei soldi che ci sono non devono finanziare uno strumento di potere, perché nella testa dei 5 Stelle il reddito di cittadinanza era il metodo per avere un atteggiamento subalterno del cittadino verso il politico, di sudditanza".
Per il senatore di Iv quella che sta conducendo "non è una battaglia di destra. Il reddito di cittadinanza - ha ricordato - lo ha votato anche Salvini. Io non mi faccio dare lezioni da quelli che hanno messo il reddito di cittadinanza e che hanno votato contro le unioni civili, contro alcune tra le riforme più importanti".