Salvini e gli insulti a Carola Rackete, Fratoianni: "È un disonore per la Repubblica"

Il deputato di Si-LeU: "C'è una differenza molto semplice: Carola Rackete ha salvato degli esseri umani. Salvini no, anzi ha messo in condizione di pericolo delle persone"

Nicola Fratoianni

Nicola Fratoianni

globalist 17 gennaio 2020
In occasione della conferma della Corte di Cassazione sull'illegittimità dell'arresto di Carola Rackete, Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana-LeU ha dichiarato: "Salvini si indigna perché la Corte di Cassazione ha confermato che Carola Rackete non andava arrestata mentre si avvicina il momento il cui l'ex ministro del disordine dovrà rendere conto in un'aula di giustizia dei suoi abusi. C'è una differenza molto semplice: Carola Rackete ha salvato degli esseri umani. Salvini no, anzi ha messo in condizione di pericolo delle persone fragili e in difficoltà".
"Carola Rackete ha onorato i principi e i valori di umanità e solidarietà, Salvini ha disonorato le Istituzioni della Repubblica. E prosegue nella sua arrogante campagna di insulti e demonizzazione degli avversari. Carola Rackete è una bella persona - conclude Fratoianni - Salvini no".